Non Vuoi Parlare Di Soldi...Vuoi Parlare Di Mamma e Papà!

Tiziano Sguerso profile image
Tiziano Sguerso
|
September 14, 2020

Cari Lettori,

Torniamo su un tema spinoso ma di grande interesse, il denaro.

A noi italiani non piace parlare di denaro, siamo ben conosciuti per il classico "Non si parla di soldi a tavola!"

Sei cresciuto anche tu con questa ideologia? solitamente chi pronuncia questa frase è qualcuno che non ha un buon rapporto con esso.

Qualcuno che porta una ferita nei suoi confronti, che porta dolore, sacrificio e rabbia nei confronti del denaro.

Bè ti racconto un pò della mia esperienza;

io sono nato e cresciuto in una piccola cittadina ligure di nome Savona, una città fondata su basi di industrializzazione.

I nostri nonni arrivano da quell'era di: "lavora per otto ore, cinque giorni alla settimana e ti darò il pezzo di pane che ti spetta!"

La dinamica non è differente ora, solo che non si chiamano più "fabbriche", li chiamano negozi, centri commerciali etc...

Questo per dirti che nella mia città, si evita di parlare di soldi, è un argomento "scomodo" e per molti doloroso.

Poi ci sono invece coloro che hanno accumulato un poco di denaro in più, sempre sotto forma di privazioni e stenti da parte dei nonni, che fingono di non volerne parlare per "falsa umiltà", in realtà non ne hanno accumulato abbastanza per non dover più lavorare e quindi sacrificarsi!

Ed ecco che quella ferita è presente anche in loro.

La mia esperienza con il denaro cambiò quando sette anni fà mi trasferii in Sydney,Australia.

Iniziai la mia avventura come personal trainer e per un susseguirsi di situazioni e pensieri, perchè ricordiamoci che i pensieri hanno potere, finii per lavorare con famiglie davvero facoltose, famiglie nel quale la parola "lavoro' forse non era mai stata pronunciata!

Spendendo più tempo insieme a loro iniziai a far caso al loro rapporto con il denaro, al loro "parlare di soldi a tavola" con i loro figli e anche davanti a "estranei" come potevo essere io.

La cosa mi stupì molto inizialmente, per un certo senso sciolse quel mio blocco iniziale, ed ecco che anche io iniziai ad avere un migliore rapporto con il denaro, non ottimale inizialmente ma per lo meno da "nemici", iniziammo a diventare conoscenti!

La mia svolta e il mio rapporto armonico con esso iniziò circa due anni fà, quando il mio cammino evolutivo aveva preso forma, non il mio cammino a livello imprenditoriale come molti si aspettano di sentire, ma il mio cammino evolutivo a livello animico-spirituale!

Ebbene sì ragazzi, "Tutto è la stessa cosa!"

Cosa voglio dire con questo?

Il denaro è un'espressione della stessa cosa, dell'amore, sotto forma di nutrimento, di scambio e sì, ha un anima!

Chi sono le prime persone che interagiscono con te nell'amore, nel nutrimento e anche nello scambio? Mamma e papà!

Molte persone sono scettiche nell'interagire con questo concetto ma "Il tuo rapporto con il denaro è direttamente proporzionale al tuo rapporto con mamma e papà, nessuna eccezione!"

Inizialmente appurato su me stesso, iniziai a notare come i flussi di entrata e uscita nel mio rapporto con esso erano esattamente identici al mio rapporto d'amore con mamma e papà.

Faccio degli esempi per portarvici dentro...

Se una persona non ha imparato a prendere "direzione" dal padre, per imparato si intende: non ha percepito l'amore sotto quel determinato punto di attenzione, il suo denaro farà la stessa cosa, ovvero uscirà dai suoi conti senza una direzione...sotto forma di spese inutili, tasse, bollette e tutto di inaspettato..

Se una persona ha un rapporto conflittuale con la madre, principalmente nel ricevere da lei, non avrà un flusso armonico di denaro in entrata, ma sarà sempre sottoposto a resistenze...come il suo rapporto con mamma!

Ed eccoci alla ciliegina sulla torta..Quando è un figlio a dare il nutrimento, il denaro ai genitori, invertendo un naturale flusso, vedremo come questi ultimi saranno sistematicamente indeboliti da questo processo, causando fuoriuscite di denaro con inversa direzione da parte di entrambi...la frase che stanno dicendo inconsciamente è "io non voglio ricevere, voglio dare!"...eccoti accontentato!

C'è ne sarebbero altre miliaia di esempi da fare, tutti riconducibili sempre a mamma e papà.

Ed ecco che quando qualcuno dei miei clienti arriva puntualmente da me nel "Voglio parlare con te di denaro", la mia risposta è sempre la medesima:

"Non vuoi parlare di soldi...vuoi parlare di mamma e papà!"

Qui in servizio per riaprire un flusso armonico con esso (ed essi!):

https://app.acuityscheduling.com/schedule.php?owner=20073674&appointmentType=16618314

Ts

The Mind Architect

Back to Article List