Il Servo, La Mente, In Funzione Del Padrone Di Casa, L'anima!

Tiziano Sguerso profile image
Tiziano Sguerso
|
October 6, 2020

Cari Lettori,

ridonare alla mente, la sua giusta funzione per ridonare all'anima le chiavi di casa!

Nell'era dove il concetto di mindfulness e mind-set (Attenzione alla rigidità di questa parola, cari amici!) ha preso il sopravvento è importante portare chiarimento del perchè siamo qui, del perchè ci "serviamo" della mente per fare esperienza dell'anima e non viceversa..

Che cos'è l'anima? Qual'è la sua funzione?

L'anima è amore, l'anima è un frammento di quella che tu chiami energia, chi la chiama dio, chi la chiama spirale, chi la chiama "consapevolezza", che si incarna in un corpo, chiamato corpo umano, utilizza questa macchina per esperienze per fare esperienza di sè quindi come tanti citano, chi lo capisce o percepisce, l'amore diventa consapevole di se stesso! Ecco da dove origina la parola consapevolezza.

L'essere consapevoli è l'essere "a conoscenza" di quello che si è o si fà!

L'anima si incarna sotto un altro importante ruolo, la guarigione, l'armonia ,l'equilibrio... lo sò che hai sempre pensato che il tuo ruolo fosse: Svegliarti, farti il caffè(almeno una gioia), correre a lavoro per pagare la casa in cui vivi che ti obbliga ad andare a lavoro per pagarla, tornare a casa con qualche ora di "relax" da dedicare alla famiglia mentre ti stai lamentando di come male vada l'economia, e delle tasse che devi pagare per vivere nel paese che non esisterebbe se non ci fossi tu a residiare nel paese che devi pagare per residiarci, ma aimè sì... sei qui per "guarire" ,per riportare armonia all'interno del disegno dell'amore al quale la tua famiglia si è sottoposta e molto probabilmente al disordine che c'è lì, all'interno della tua genealogia.

Ora, la mente ha un ruolo chiaro e fondamentale in questo.

La mente è il software, la stazione con cui è possibile percepire l'esperienza dell'anima ma non è lei a guidare i giochi...anzi lei inconsciamente obbedisce al comando superiore o direi più profondo.

Quando iniziai il mio cammino nel ramo spiritualità ed evoluzione, insieme alla mia prima guida, Danna Fain, ci fù un profondo utilizzo della mente nel cambiare la visione della mia esperienza chiamata vita, iniziai piano piano a staccarmi dalla "realtà" che avevo sempre creduto o pensato di sperimentare, diciamo cambiai gli occhi con il quale guardavo la vita, meno nell' impersonificazione delle mie esperienze e più da spettatore, sempre meno coinvolto in esse.

Fù un processo che richiese circa 1/2 anni perchè io potessi finalmente distaccarmi dalle situazioni, facendone solo esperienza.

Quello fù un grande utilizzo della mente, ma il reale cambiamento in me avvenne quando iniziai a giocare più con il concetto energia, emozioni, movimenti dell'anima.

La mente fà la sua parte nello smussare gli angoli, i cambiamenti sono minimi, è l'anima che orchestra la nostra esperienza.

La nostra incarnazione agisce per circa 10/15% in relazione a se stessa, l'80/85% è dettato dai movimenti dell'anima, nell'assoluto gioco dell'amore.

E per amore che porti nell'anima le incarnazione del tuo lineaggio familiare, di mamma, papà, nonno e nonna e dei nonni dei tuoi nonni... il buon Bert Hellinger "inventore" delle ormai note costellazioni familiari parla di 7/8 generazioni precedenti a noi.

Per amore le porti con te ed è per amore che ti incarni nel riportare armonia attraverso i movimenti dell'anima.

Cosa voglio dire con questo?

Se la tua nonna è morta in disgrazia o di fame, e il suo credo è che la vita è stento e miseria, qualsiasi tuo sforzo nel provare l'opposto sarà "duro a morire" almeno che non sia tu a riportare quella sua memoria a livello animico/cellulare in armonia con il concetto di abbondanza.

Stesso discorso, se la tua mamma e la tua nonna sono rimaste senza marito perchè abbandonate, quale sarà la tua più profonda e intrinseca paura? Il rimanere abbandonati da un uomo o dal marito etc... ma per amore, seguirai il loro decorso dicendo "Mamma, Nonna io vi amo e rimango sola, come voi!"

Potrei portartene mille di esempi e anche esempi personali, tutto questo per dirti la mente è strumento di "manifestazione" e "decodificazione" di quello che l'anima è venuta a sperimentare, per fare esperienza del grande disegno dell'amore.

La mente decodifica le informazioni che scambia con la fonte, la fonte è l'amore, l'energia, il dio etc.. di conseguenza segue il movimento inconscio dell'anima alla fonte.

Non servirà cambiare il tetto della casa, se le fondamenta sono doloranti o per meglio dire instabili.

La mente è sicuramente indispensabile nell'esperienza umana, proprio per il concetto della parola "consapevolezza", è lo strumento che rende possibile il tuo essere consapevole della tua anima, della tua esperienza...

Questo è il chiaro e pungente motivo per cui medicina e psicologia moderna sono un eterno fallimento, se non accompagnate da aiuti artificiali ed esterni...e spesso neanche con quelli... loro stessi guardano al tetto della casa e non alle fondamenta...

Perchè un tetto può continuare a rompersi e richiedere attenzione (..E io pago!), mentre le fondamenta una volta fissate, non le smuovi più!

Se la tua vita è un film con differenti attori nelle stesse circostanze, allora è il momento di parlare con il regista e non con l'attore..

Qui in servizio,

https://app.acuityscheduling.com/schedule.php?owner=20073674&appointmentType=15979856

Ts

The Life Architect

Back to Article List